LA FIDUCIA

View previous topic View next topic Go down

LA FIDUCIA

Post  Albi on Mon 03 Oct 2011, 07:24

Ho letto con molto interesse questo articolo tratto dal sito: http://www.parrots.org/index.php/chapters/about/wptitaly/

Il vostro pappagallo ha un conto fiduciario?
di Steve Martin, Natural Encounters, Inc.

Perché tante persone sono scontente dei loro pappagalli da compagnia? Come possono, queste creature belle, intelligenti e coinvolgenti, causare tanta ansietà e frustrazione? Dopotutto, li abbiamo pagati una piccola fortuna e ce ne occupiamo bene. Come mai non si rendono conto di quanto gli vogliamo bene, e del tempo, degli sforzi, e delle spese che gli dedichiamo? Si fanno coccolare da noi, chiudono gli occhi e fanno dei versi di approvazione quando gli grattiamo la testa. Sembra che vogliono stare con noi, e che non vedono l’ora che rientriamo a casa. Ma poi iniziano a urlare…talmente forte da far vibrare le finestre…quelle dei vicini di casa. Come se non bastasse, quando finalmente li facciamo uscire dalla gabbia, ci beccano! Come ha fatto quel piccolo angelo carino e coccolone a trasformarsi un un estraneo urlante e violento?
Queste, ed altre domande, vengono chieste tutti i giorni dai proprietari di pappagalli. Non esiste una panacea, nessuna soluzione rapida, nessuna risposta che funzioni esattamente nello stesso modo per ogni pappagallo ed ogni proprietario. Una parte dell’attrattiva e della maestosità dei pappagalli risiede nella loro individualità. Ogni singolo uccello è meravigliosamente unico. Il suo comportamento è formato ed influenzato dalle tendenze naturali sommate alle condizioni ambientali e all’esperienza. Come proprietari di pappagalli, le nostre azioni sono solo uno dei molti ingredienti aggiunti al brodo primordiale che determina come si comporterà il nostro pappagallo. Vi è un numero infinito di altri fattori che influenzano il comportamento e che aiutano a determinare come si comporta un uccello in determinate situazioni ed ambienti. Tuttavia, le nostre azioni sono uno dei fattori più importanti perché formano le basi del nostro rapporto con i nostri uccelli. Questo rapporto è l’argomento di questo articolo.

Depositi fiduciari

I rapporti migliori sono quelli basati sulla fiducia. Generalmente, questa fiducia si crea lentamente, nel corso di settimane, o, per alcuni uccelli, anche di mesi. Ogni volta che interagiamo positivamente con i nostri uccelli effettuiamo un versamento nel nostro “Conto Fiduciario” nella Banca dei Rapporti. Mentre il nostro conto aumenta, i nostri uccelli diventano sempre più fiduciosi nei nostri confronti e più desiderosi di stare con noi. Il rinforzo positivo è forse l’esperienza più preziosa che possiamo fornire ai nostri uccelli per il suo effetto di rinforzo del comportamento. Per definizione, il rinforzo positivo è un processo nel quale ad un animale viene fornito qualcosa che aumenta o mantiene un comportamento. Questo rinforzo può essere qualsiasi cosa che piaccia ad un pappagallo, come una grattatina sulla testa, un complimento verbale, la compagnia, qualcosa di buono da mangiare, ecc. Ogni manifestazione di rinforzo positivo equivale a un versamento che accresce il nostro conto fiduciario e rinforza il nostro portafoglio dei rapporti.

Evitare i prelievi

Ogni volta che usiamo dei comportamenti avversivi, o facciamo qualcosa che non piace al pappagallo, effettuiamo un prelievo dal nostro conto fiduciario. Sfortunatamente, è molto facile che avvengano questi prelievi quando si ha a che fare con i pappagalli da compagnia. Per esempio, un metodo comune per fare uscire un pappagallo dalla gabbia è quello di inseguirlo all’interno della gabbia finchè gli si bloccano le vie di fuga ed è costretto a salire sulla mano. Nello stesso modo, per farlo rientrare in gabbia ci si muove velocemente per bloccarne la fuga col proprio corpo.
Essendo metodi che funzionano, la maggior parte delle persone non ne comprende il problema. Riescono a far uscire i pappagalli dalle gabbie e a farli rientrare. Dicono cose come “Assicuratevi che il pappagallo sappia che siete il capo dello stormo” e “Non permettetegli di prendere delle decisioni autonome”. So anche di persone che sostengono la necessità di far fare diverse volte ai pappagalli l’esercizio della scaletta, facendoli salire e scendere dalla mano, per stimolare l’obbedienza. Queste persone non si rendono conto che ogni volta che si forza un pappagallo all’obbedienza con questo genere di comandi, si fa un prelievo dal conto fiduciario. Se si fanno troppi prelievi, ci si ritrova nell’ospizio dei rapporti. Quando questo succede, molte persone finiscono per incolpare i pappagalli invece di accettare la responsabilità per la bancarotta del conto. Alcuni incolpano gli uccelli, etichettandoli come fobici, ormonali, aggressivi, gelosi, maltrattati, ecc. Queste etichette servono solo per sollevare il proprietario da ogni responsabilità per il comportamento del proprio pappagallo e rimuovono le motivazioni per affrontare gi aspetti comportamentali.
Quando il pappagallo viene ritenuto responsabile per le mani insanguinate, sollevate in segno di sconfitta, è probabilmente destinato ad una nuova casa o a un centro di accoglienza.

L’aggressività non è l’unico problema associato all’uso dell’avversività con gli animali. Secondo la D.ssa Susan Friedman, un’autorità nella scienza del comportamento dei pappagalli, la comunità scientifica ha descritto alcuni effetti collaterali dannosi associati all’obbligare gli animali ad eseguire dei comportamenti. E’ stato dimostrato con centinaia di specie, dagli scarafaggi alle balene, che l’uso degli avversivi (ciò che a un animale non piace o che cerca di evitare) può produrre uno o più di questi effetti collaterali: una maggiore aggressività, un comportamento di fuga, paura generalizzata dell’ambiente, e apatia o una riduzione generale del comportamento. Questi effetti collaterali sono in attesa di emergere ogni volta che obbligate un pappagallo a fare qualcosa che non vuole, e sono pronti a divorare la fiducia che avete faticato tanto ad ottenere.

Rinforzo positivo

I rapporti più stabili e gratificanti sono costruiti sulla fondazione solida del rinforzo positivo. Premiando un pappagallo che ha un bel comportamento, si aumentano le probabilità che ripeta quel comportamento. Anche una grattatina sulla testa, un complimento, o delle attenzioni possono bastare per incoraggiare a ripetere quel comportamento in futuro. Il rinforzo positivo è un mezzo che può risolvere anche i più ostinati problemi comportamentali. Lasciatemi fare un esempio.
Molti pappagalli saltano sulla porta in anticipazione dell’arrivo del proprietario che li fa uscire dalla gabbia. Molte persone sono frustrate da questo comportamento e vorrebbero farlo cessare. Piuttosto che usare una punizione per cambiare questo comportamento, il proprietario dovrebbe ragionare su come insegnare al pappagallo ad avere un comportamento più desiderabile, come rimanere sul posatoio mentre il proprietario apre la porta della gabbia. Se rinforzate il comportamento del pappagallo che attende sul posatoio mentre vi avvicinate alla gabbia, imparerà presto ad andare sul posatoio ogni volta che vi avvicinate.
Il comportamento di un pappagallo che urla, becca, o qualsiasi altro comportamento indesiderato, può essere spesso eliminato con il rinforzo positivo. Invece di pensare a come potete far cessare un comportamento, immaginatevi il comportamento che vorreste vedere al posto di quello indesiderato, e rinforzate ogni piccolo passo verso quel comportamento.
Per esempio, se il vostro pappagallo vi becca quando lo fate rientrare nella gabbia, potete rinforzarlo positivamente con un premio mentre vi avvicinate alla gabbia, prima che inizi a pensare di beccarvi. Dopo avergli dato il premio, allontanatevi dalla gabbia, e ricominciate da capo senza farlo rientrare. Dopo aver rinforzato per diverse volte il suo comportamento calmo sulla vostra mano mentre vi avvicinate alla gabbia, il pappagallo generalmente si farà portare nella gabbia per ricevere un premio. A questo punto, è meglio farlo uscire e farlo rientrare nuovamente nella gabbia per ottenere il premio. Le ripetizioni aumentano la fiducia. Il pappagallo capirà presto che rientrare nella gabbia significa ottenere un premio, e non essere rinchiuso. Dopo che il pappagallo si sentirà a suo agio uscendo e rientrando nella gabbia per ottenere un premio, potete dargliene uno speciale, o più premi, per rinforzare il suo comportamento quando chiudete la porta della gabbia.

Conclusioni

Combattere la tendenza ad usare gli avversivi quando si lavora con i pappagalli può essere una sfida. Molte persone sono cresciute in un ambiente dove le esperienze negative hanno avuto un ruolo significativo. Questa tendenza culturale ad influenzare negativamente il comportamento, è resa evidente da una miriade di elementi nella nostra vita. Genitori, insegnanti, fratelli, compagni di scuola, ecc. usano tutti una varietà di strategie negative per obbligare gli altri ad obbedire con ordini e regole. Inoltre, chi non segue le regole o non soddisfa le aspettative viene punito. Perciò, è facile capire come alcuni hanno l’inclinazione a tentare di dominare e controllare i pappagalli e gli altri animali con delle strategie negative.
Quello che la maggior parte delle persone non capisce, è che utilizzando la forza con i pappagalli si può causare un effetto negativo sul rapporto esistente tra loro. Se le remiganti di un pappagallo sono state tagliate, è facile inseguirlo per farlo salire sulla mano. Quello che è meno evidente, è che l’inseguimento può causare uno o più degli effetti collaterali negativi descritti. Il pappagallo potrebbe beccare quando viene inseguito, o anche dopo, mentre è appollaiato comodamente sul proprietario. In futuro, potrebbe cercare di evitare quella persona, o potrebbe diventare nervoso o timoroso di quella persona o del suo ambiente. Infine, il pappagallo potrebbe diventare meno attivo in presenza di quella persona, o in generale.

Tutti questi effetti collaterali sono il probabile risultato di ciò che molte persone credono che sia metodo giusto per gestire i pappagalli, o di quello che gli è stato consigliato. Il rapporto che si crea tra una persona e un pappagallo è fortemente influenzato dalle interazioni giornaliere che avvengono tra di loro Per stabilire il miglior rapporto possibile con un pappagallo, concentratevi sul creare delle esperienze positive e sull’evitare il più possibile quelle negative. Maggiore sarà il numero di versamenti, grandi e piccoli, nel vostro conto fiduciario, maggiore sarà la possibilità che il vostro conto potrà sostenere dei prelievi occasionali o involontari. Questa strategia farà crescere il conto fiduciario, creando un rapporto più gratificante e completo di quanto molte persone credono possibile.
avatar
Albi
La Sorcina del Forum
La Sorcina del Forum

Female
Numero di messaggi : 664
Età : 46
Località : Colico (Lecco)
Data d'iscrizione : 2011-01-20

View user profile

Back to top Go down

View previous topic View next topic Back to top

- Similar topics

 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum