AGAPORNISWORLD
Would you like to react to this message? Create an account in a few clicks or log in to continue.

CENNI DI VETERINARIA AVIARIA::ACARI DEL GENERE CNEMIDOCOPTES !!

Go down

CENNI DI VETERINARIA AVIARIA::ACARI DEL GENERE CNEMIDOCOPTES !! Empty CENNI DI VETERINARIA AVIARIA::ACARI DEL GENERE CNEMIDOCOPTES !!

Post  KOKORITI KENNEL on Fri 16 Jul 2010, 22:18

ACARI DEL GENERE CNEMIDOCOPTES

Gli acari del genere Cnemidocoptes possono provocare la rogna alle zampe o la deplumazione ai pappagalli. E' una malattia più frequente negli ondulati che in altre specie.
Gli acari del genere Cnemidocoptes possono essere presenti nelle gabbie e voliere, possono attaccare pappagalli deabilitati per altre malattie, stress e vecchiaia. Se la gabbia e gli accessori vengono tenuti puliti e in condizioni di ottima igiene è molto difficile che questi acari possano dare problemi. Quando colpiscono un pappagallo provocano la rogna ed è sempre consigliato naturalmente isolare il malato per evitare che gli acari si trasmettano da un pappagallino all’altro, in genere i più colpiti sono gli ondulati.

Le specie di acari che colpiscono i pappagalli in genere sono:
Mutans Cnemidocoptes
Questi acari vivono tra le squame delle zampe, hanno una forma sferica e iniziano a scavare e a intrufolarsi nella pelle provocando croste grigie e a lungo andare deformazioni delle zampe. Possono estendersi, anche se raramente, alla zona intorno agli occhi e al becco. Provocano la rogna delle zampe ai pappagalli.
Si può curare con l’ivermectina (nome commerciale Ivomec) che è attivo contro gli acari, va diluita 1 parte con 10 di Glicole propilenico (è un liquido) e spalmato sulle zone interessate. Evitare il contatto con gli occhi.
Laevis Cnemidocoptes
Questi acari attaccano le piume dei pappagalli entrando nel calamo (la parte che è innestata nella pelle), si nutrono mangiucchiando l’interno e quindi la piuma stessa diventa fragile e può rompersi. Provoca zone senza piume con la pelle visibile.
In caso di infestazione di questi acari va tenuta la gabbia il più pulita possibile, le piume cadute vanno bruciate oppure buttate in acqua e candeggina. Il fondo della gabbia specialmente va lavato molto spesso con acqua e candeggina (se è possibile allontanarlo dai pappagalli) oppure con apposito disinfettante.
Per i pappagalli invece si usa la stessa soluzione descritta sopra per il Mutans ma somministrata per via orale in dose unica, la somministrazione va ripetuta dopo una settimana.
Come già detto all’inizio dell’articolo l’igiene della gabbia/voliera e accessori è molto importante per prevenire gli acari (anche quello rosso di cui abbiamo già parlato in un articolo separato). E’ molto importante tenere puliti i posatoi ed eventualemente sigillare le estremita di quelli fatti a tubetto con del silicone in modo da non avere spazi dove gli acari possono nascondersi.

RESTO A DISPOSIZIONE PER INFO!!!

KOKORITI KENNEL
KOKORITI KENNEL
Novello

Male
Numero di messaggi : 107
Età : 50
Località : PREMARIACCO (UD)
Data d'iscrizione : 2010-07-14

Back to top Go down

Back to top

- Similar topics

 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum